INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, utilizziamo diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertising cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione.
Nella pagina della Informativa Estesa sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su "ACCETTA" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.

ACCETTA X

RunForTwo, si comincia: ecco il metodo per i punteggi

Inserito da ste_scal il 06/01/2021 alle 09:31 nella sezione pista

RunForTwo è una gara a tempi.
Poiché vogliamo e dobbiamo confrontare tempi stabiliti da atleti di età e genere diversi, dobbiamo per forza adottare il criterio delle tabelle FIDAL organizzate apposta per tipologia di gare, genere ed età dei partecipanti.

Questo per due motivi:
1. Tutte le distanze proposte sono comprese in dette tabelle (tranne il Miglio, che però aggiusteremo con una semplice proporzione tra 1500 e 1609,34);
2. Grazie alle tabelle FIDAL si riesce a definire il combinato età/prestazione/genere con ragionevole precisione evitando polemiche interpretative (del resto, precisione a parte, le tabelle FIDAL rappresentano il criterio di calcolo comparativo promosso dalla massima autorità sportiva nazionale di atletica leggera).
Unico limite sono gli atleti Under 35 per i quali, per semplicità, verrà adottata la tabella M/F 35.

Per comprendere meglio come le tabelle FIDAL vanno ad equilibrare la prestazione tra diverse età, prendiamo come esempio due atleti che corrono i 3000 metri.
Se un atleta M65 corre i 3000m in 13'30" secondo la tabella FIDAL prende 401 punti.
Se un atleta M40 li corre in 11'50" (tempo migliore del precedente) prende "solo" 257 punti (punteggio peggiore del precedente).
Guardando ai tempi realizzati, si vede che M40 avrebbe vinto la gara. Però a dispetto del crono realizzato, i punti comparati della tabella FIDAL evidenziano che M65 ha avuto una performance superiore, quindi dovrebbe essere lui a vincere.

Ora, dal momento che la nostra gara è a tempi, la domanda che dobbiamo porci è: quale crono avrebbero realizzato i due a parità di anni? Ad esempio, se entrambi avessero avuto 35 anni?
Adottando questo criterio, è sufficiente prendere la tabella dei 3.000m sulla categoria M35 e vedere a che tempo corrispondono i punti fatti da ciascuno dei due.

Per cui:
I 401 punti realizzati da M65 valgono un 10'36" a 35 anni (cioè, a 35 anni, per ottenere 401 punti avrebbe dovuto correre in 10'36").
I 257 punti realizzati da M40 valgono un 11'26" a 35 anni (cioè, a 35 anni, per ottenere 257 punti avrebbe dovuto correre in 11'26").

Ai fini della nostra competizione risulta che M65 avrebbe vinto la prova sui 3000m con 50 secondi di margine.
E se fosse stata una donna F55 a correre i 3000m in un ipotetico crono di 14'00"? Lei avrebbe acquisito 683 punti. Parametrato ai 35 anni, questo punteggio dice che, a quell'età - per ottenere il medesimo punteggio - avrebbe dovuto correre in 11'20".
Si sarebbe così piazzata esattamente tra i 2 maschietti.

Quindi, riassumendo in sintesi il meccanismo di calcolo.

1. per ogni prestazione (tempo di gara/età/genere del partecipante) viene rilevato il relativo punteggio FIDAL. Esempio: M65 che corre i 3000m in 13'30" acquisisce 401 punti.

2. Si prende questo punteggio e, nella tabella dell'età M35 dei 3000m (o delle F35 in caso di donne) si rileva il tempo che avrebbe dovuto fare, a quell'età, per ottenere il medesimo punteggio. Quello diventa TEMPO GARA valido per la nostra competizione, in questo caso 10'36". Da sommarsi, ovviamente, al tempo dell'altro atleta della coppia (impegnato nell'altra gara del weekend).

3. Così via per ogni coppia e per ogni gara. In pratica è come se si rapportassero tutti i tempi realizzati nel weekend alla categoria M35 e F35, ovvero come se tutti i partecipanti fossero 35enni.

4. Vince (come da regolamento) la coppia che realizza il crono finale più basso in assoluto.

5. I decimi di secondo verranno approssimati matematicamente (01-04 = 0 e 05-09 = 10).

Esempio: 1° weekend di gara (competizioni sui 400m e 3000m)

Coppia di due uomini di età 65 e 45 anni:
il 1° atleta, M65, corre i 400m nel tempo di 1'20"
il 2° atleta, M45, corre i 3000m nel tempo di 11'30"

I rispettivi punteggi FIDAL sono:
1° atleta: 231 punti
2° atleta: 385 punti

I tempi, rivisti parametrandoli alla tabella M35 risultano:
1° atleta: 400m in 1'07"73 - approssimato a: 1'08"
2° atleta: 3000m in 10'41"47 - approssimato a: 10'41"
Tempo finale della coppia (da confrontare con i tempi 'modificati' delle altre coppie) risulta: 11'49"

Speriamo sia tutto chiaro. Ci fossero dubbi, esprimeteli nei commenti.
Avete qualche giorno a disposizione, finite le feste natalizie si comincia a gareggiare!

A tal proposito, comunicazione importante:
Poiché non è ancora chiaro come verranno 'colorati' i prossimi giorni feriali e festivi, si è deciso di allargare la nostra competizione al venerdì precedente i vari weekend di gara.
Per cui, si potranno correre le distanze stabilite a partire dalle ore 00:00 del venerdì fino alle ore 23:59 della domenica.
Questo per dare la possibilità di effettuare le prove in pista, qualora qualcuno abbia il desiderio di farlo.

Come sempre, armatevi di lealtà e spensieratezza!
Buone corse.

Letto 275 volte
Monica e Massimo, sicuri protagonisti della RunForTwo, seppur in squadre diverse
Monica e Massimo, sicuri protagonisti della RunForTwo, seppur in squadre diverse




 Questo mese 
 Gennaio 
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi  Jan 27, 2021