Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

La Monza-Resegone 2017

Inserito da trullo il 23/06/2017 alle 14:23 nella sezione cross & trail

Gara che "fa storia un po' a se'", diversa da tutte le altre, con una storia importante alle spalle, giunta alla 57ma edizione (la prima risale addirittura al 1924). La lunghezza è quella della maratona, 42km, con partenza da Monza su strada, e arrivo, percorrendo gli ultimi 5km su un impervio sentiero, alla Capanna Alpinisti Monzesi sul Resegone e le incognite sono tante, perché si corre con il buio e con il caldo, in squadre composte da tre persone (e si deve arrivare in tre).

Diversi soci Road hanno partecipato: Giovanni Paolo Calegari, Roberto Elli, Italo Loredano Re (unica squadra tutta Road) Laura Colucci, Antonella Corradini, Lorella Fumagalli, Simona Leone . E a testimoniare la durezza della gara rimane il fatto che solo Lorella è riuscita ad entrare nella classifica ufficiale.

Ecco l'esperienza delle nostre due socie Laura e Simona, che quest'anno hanno vissuto un pre-gara thrilling e poi una gara un po' fuori dal comune nella stessa squadra. Ecco il perché.

Una. MO-RE all' improvviso

Facebook: "Aiutatemi - la squadra della mia amica Simona è saltata per infortunio di un componente! Cercasi sostituta"

Messenger: " Laura ti andrebbe di sostituire la Sofia ?" ... Dai, andiamo piano, anche Michela è infortunata, non vogliamo un'estranea al posto di Sofia, bla, bla..."

E' iniziato così lo scorso venerdì 16/06, con una serie di messaggi sui social network, alla disperata ricerca di una sostituta per la Monza-Resegone, perché Sofia si era infortunata e la squadra di Simona e Michela non sarebbe potuta partire.

Prendere una decisione a poco più di 24 ore dalla partenza, non è stato semplice. Proprio quest'anno, proprio l'anno iniziato male con pochissimi km sulle gambe, proprio l'anno in cui la forma fisica mi ha abbandonato...

Ma è proprio quando le cose non vanno come vorremmo, che dovremmo imparare a cogliere le opportunità che ci piombano addosso. Perché in fondo accettare una sfida con te stesso quando non hai nulla da perdere è già una vittoria e ti rende più forte.

Ed è così che mi ritrovo a correre nelle vesti di Sofia, nella squadra Run Veg, ... Io Laura onnivora J

Sapevo che il viaggio che mi aspettava sarebbe stato lungo e con mille difficoltà, date anche dalla differenza di andatura: io troppo lenta per loro, loro troppo veloci per me, ma al tempo stesso ero consapevole che ci saremmo supportate a vicenda e la capanna ci avrebbe accolto.

E così è stato. Fuori tempo massimo la vetta è stata conquistata. La cosa più bella è stato vedere il sorriso di Michela e Simona. Non dimenticherò mai i loro "grazie" e l'abbraccio finale in cui ci siamo strette.

L'anno prossimo senza di me arriverà anche la medaglia, intanto quest'anno hanno avuto modo di vivere per la prima volta quelle emozioni che solo la MO-RE può regalare e io sono stata orgogliosa di averle ri-vissute insieme a loro.

Lauretta

La corsa della MO -RE

Da due anni volevo fare questa gara, me ne avevano parlato come di una corsa fantastica, in notturna, la scalata finale del Resegone, le luci sulla fronte, l'arrivo in squadra. L'anno scorso non ero in forma ed ho rinunciato ma quest'anno era tra i miei principali obiettivi così mi sono preparata e nonostante sia una gara in trio mi sono fatta in quattro affinché andasse tutto bene. La mia socia prescelta ovviamente è Sofia e poi avevo promesso a Michela che avremmo fatto la squadra VEG, che io vegana non lo sono completamente è vero, ma lo spirito era il medesimo: corsa - sana alimentazione - amicizia. Un trio quasi perfetto se non che, Sofia durante una gara di preparazione alla Mo-Re si infortuna e, aimè, a tre giorni dall'evento arriva il panico! Cerchiamo per due giorni una sostituta di Sofia, social, gruppi podistici, amici, ma nulla nessuno disponibile. Ma poi eccola arriva lei Laura, ha già corso due edizioni delle Mo-Re, si è vero non è mai riuscita ad arrivare nei cancelli ma che importa, la stuzzico, insisto e con la promessa di non pensare al tempo finale accetta di correre con noi.

Arriva la notte tanto attesa: siamo emozionate, Laura tantissimo, Michi pensa già a cosa scrivere nel suo Blog, io voglio vivere questa magia, la voglio sentire nelle gambe negli occhi. Ci seguono i nostri rispettivi compagni che davvero si meritano un posto in paradiso per averci atteso tutte quelle ore.

Nella parte in strada esattamente 32 km ci adattiamo al passo della più lenta, fa molto caldo ma il tifo pazzesco e la magia della notte ci spinge avanti, arriviamo agli ultimi 10 km in salita, Erve cancello, siamo fuori. Ma chissenefrega siamo gasate, abbiamo energia e decidiamo di salire ugualmente, un sorso d birra (che io non ne bevo) e via fino in cima. Io salgo agile, Michi anche, Laura ha mal di stomaco ma non molla, e mano nella mano proprio come avevo immaginato arriviamo alla capanna. Finito! E' fatta! Vabbè non siamo in classifica ma che importa siamo finisher! Ci aspettano altri km di discesa stanche ma felici, il regalo di un'alba di un nuovo giorno e la voglia di raccontare questa avventura che l'anno prossimo Voglio rifare, accanto a Sofia, che se lo merita. Chi sarà a completare la terna?

Un po' di grazie: a Marco, Lorenzo e Stefano per la pazienza, a LAURA per avermi permesso di vivere questa emozione ad Antonella per avermi sostenuto fino alla fine e infine a Sofia che nonostante tutto è venuta alla partenza a darci il suo sostegno e la suo affetto.

E lo dico sempre, se desideri fortemente una cosa non avere dubbi, vai e prenditela, la vita è questa.

SIMO

Letto 706 volte
Laura e Simona, con la terza compagna Michela, alla fine della loro fatica alla Capanna Alpinisti Monzesi
Laura e Simona, con la terza compagna Michela, alla fine della loro fatica alla Capanna Alpinisti Monzesi
Commenti
  • rosina 23/06/2017 alle 15:24:27 rispondi
    Complimenti per la vostra resilienza. Nonostante l'imprevisto siete riuscite a raggiungere l'obiettivo. Mitiche!
  • kinkie 23/06/2017 alle 20:50:43 rispondi
    Che bello spirito! Siete una bella ispirazione




 Questo mese 
 Ottobre 
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi è 24 ott, 2017